Noleggio con conducente VS Taxi. Cosa cambia?


Che cosa è un NCC e cosa cambia tra un “noleggio con conducente” e un normale taxi? In questo articolo di SosMotori.com andiamo ad approfondire questo tema legato al trasporto pubblico locale. Non tutti, in realtà, sanno le reali differenze tra i due tipi di trasporto.

La sigla NCC sta per Noleggio con conducente e identifica quella categoria di trasporto privato urbano che è divenuta molto di moda grazie a servizi tramite app come Uber, un modo diverso anche se molto simile al taxi per muoversi con semplicità e immediatezza per la città oppure oltre la città, a tariffe spesso molto competitive: ma quali sono le differenze con il servizio taxi?

Il servizio NCC (noleggio con conducente) rappresenta una valida alternativa al taxi, servizio molto simile ma che presenta alcune differenze: nelle grandi città Italiane, il Taxi cittadino, si distingue dalle modifiche apportate alle auto destinate a questo servizio, dal colore unico (generalmente il giallo oppure il bianco), numero di autorizzazione, scritte laterali (in molti casi con numero radiotaxi o pubblicità), stemmi del Comune di appartenenza, il tanto amato e odiato tassametro, turni di servizio e quello che viene definito pappagallo ossia la scritta taxi che troneggia sul tetto della vettura.

Il noleggio con conducente invece presenta una serie di vetture piuttosto diverse in estetica, i colori sono diversi e vengono decisi dall’azienda che offre il servizio, spesso è il cliente che può scegliersi la vettura anche in base ai suoi gusti estetici oltre che esigenze di viaggio. Le vetture per NCC non riportano grosse scritte o segni particolari, fatta eccezione per il contrassegno con la scritta noleggio con conducente e numero dell’autorizzazione applicato all’interno del parabrezza, sul retro della vettura possiamo ritrovare nuovamente l’adesivo NCC spesso situato accanto alla targa.


Il servizio taxi a differenza dell’NCC effettua generalmente percorsi cittadini interni oppure da e verso aeroporto oppure stazioni dei treni, la tariffa viene generata tramite il tassametro al momento della partenza ed è calcolata in base a chilometri percorsi e tempo impiegato. Il taxi può anche essere richiesto stando per strada, in casi a volte di emergenza quando non si riesce a prendere un treno oppure un autobus chiamandolo semplicemente per strada oppure tramite apposito numero telefonico del radiotaxi più vicino. Inoltre il servizio Taxi non prevede una prenotazione ma solo chiamate sul momento.

Il servizio di NCC invece può essere prenotato e noleggiato come auto con autista, si basa su percorsi anche extraurbani, da e verso aeroporti, ha un costo generalmente più conveniente rispetto al taxi soprattutto sulle lunghe percorrenze meno conveniente invece su brevi tratte. La tariffa generalmente è già prefissata e viene pagata anticipatamente al momento della prenotazione del servizio che può avvenire telefonicamente, via email oppure quando disponibile tramite applicazione da smartphone come nel caso di Uber.

Con il servizio di noleggio con conducente è possibile scegliere la tipologia di veicolo che si intende utilizzare: auto, minivan, oppure autobus. Anche l’NCC come il taxi può avere delle corsie preferenziali di percorrenza come le zone a traffico limitato (ZTL), possono muoversi nei giorni di blocco traffico.